Warning: Table './testdrupal/drupal_cache_page' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM drupal_cache_page WHERE cid = 'http://radio.torvergata.it/articolo/al_lavoro_dopo_la_laurea_i_neo_ingegneri_battono_tutti' in /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc on line 135

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 726

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 727

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 728

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 729
Al lavoro dopo la laurea. I neo-ingegneri battono tutti! | Radio Tor Vergata
Internet Tor Vergata Ateneo Uniroma2 La Web Radio Online
della Seconda Università di Roma musica, notizie, attualità e cultura dal nostro ateneo, da e per gli studenti.

Al lavoro dopo la laurea. I neo-ingegneri battono tutti!

Articolo Generico Al lavoro dopo la laurea. I neo-ingegneri battono tutti!

Tra gli anni Sessanta e gli anni Settanta conseguire la laurea equivaleva ad ottenere un lavoro sicuro. Si veniva contattati dalle aziende addirittura prima della discussione della tesi e l'accesso al magico mondo del lavoro era praticamente immediato. Negli anni Ottanta e ancora di più nei Novanta il connubio diploma di laurea = lavoro sicuro ha iniziato a vacillare ma ha continuato ad imperare la convinzione che un laureato avrebbe presto trovato un lavoro. Oggi a queste favole non ci si crede più. Quello che più spaventa non è tanto la difficoltà nell’ottenere il diploma di Laurea quanto il tempo che intercorre tra la discussione della tesi e l’inizio dell’esperienza lavorativa. Proprio oggi a pagina 8 del quotidiano City, il giornale gratuito distribuito in varie città si legge:
Al lavoro dopo la laurea. I neo-ingegneri battono tutti! In tempo di crisi economica la Laurea in Ingegneria è ancora una sicurezza. Sono, infatti, gli ingegneri a registrare il maggior numero di occupati a tre anni dalla laurea, ossia l’81,3%.
Va meno bene ai laureati in altre discipline scientifiche: ad esempio solo il 24 % dei neolaureati in Medicina e Chirurgia trova lavoro entro tre anni dal conseguimento del titolo anche se non va dimenticato che si tratta di un percorso di studio che rende, pressoché, obbligatoria una seconda fase specialistica. Migliore la situazione dei futuri Perry Mason di cui ben il 38,1% trova lavoro entro i tre anni, dei laureati in Educazione Fisica (45,8 %) dei laureati in Biologia (46,7%) e dei dottori in Lettere (48,6%). I dati, comunicati dall’Istat, sono il risultato di una ricerca condotta durante il 2007 su un campione di 260.070 laureati di cui 167.886 in corsi magistrali e 92.184 in corsi di laurea triennali.
Altri dati curiosi?

City scrive: Fra chi ha un lavoro continuativo dopo la laurea, il 60,3% è uomo, il 53,3% è donna; il 66,3% risiede al Nord contro il 43,4% del Mezzogiorno e il 53,6% del Centro. Le migliori performance occupazionali riguardano le professioni infermieristiche (72,4%) e le scienze tecnologiche informatiche (66,4%); al di sopra il 60% anche Scienze della mediazione linguistica e Disegno industriale.

Lo stipendio medio? I giovani lavoratori dopo la laurea guadagnano in media 1.300 €. Più ricchi sono i medici con uno stipendio medio di euro 1.880 seguiti da: ingegneri con 1.460 € circa, laureati in Economia o in Scienze Statistiche con 1.360 euro e, infine, laureati in Chimica e farmacia con 1.352 €.

Che dire? Come recita l’Avvelenata di Guccini: … Mio padre in fondo aveva anche ragione a dir che la pensione è davvero importante, mia madre non aveva poi sbagliato a dir che un laureato conta più d un cantante……


PreviousPauseAvanti