Warning: Table './testdrupal/drupal_cache_page' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM drupal_cache_page WHERE cid = 'http://radio.torvergata.it/articolo/il_concerto_dell_alba_al_ravello_festival' in /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc on line 135

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 726

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 727

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 728

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 729
Il concerto dell’alba al Ravello Festival | Radio Tor Vergata
Internet Tor Vergata Ateneo Uniroma2 La Web Radio Online
della Seconda Università di Roma musica, notizie, attualità e cultura dal nostro ateneo, da e per gli studenti.

Il concerto dell’alba al Ravello Festival

Evento Il concerto dell’alba al Ravello Festival

Una notte di San Lorenzo con la testa all’insù a cercare qualche stella cadente e aspettando l’alba nella magica cornice dipinta della Costiera Amalfitana.
11 agosto 2009, sono le 3 di mattina e mi preparo a raggiungere Ravello, “città della musica” che ispirò Richard Wagner e da cui non si può non rimanere colpiti per il suggestivo panorama a picco sul mare. In questo angolo di Paradiso il sorgere del sole si attende, come ogni anno, in musica all’interno di una delle più grandi e antiche manifestazioni artistiche, il Ravello Festival, in quello che è conosciuto a livello internazionale come il “Concerto dell’alba”.
Al mio arrivo una fila lunghissima di persone fa da cornice alla splendida Villa Rufolo che, immersa in un elegante giardino, insieme a Villa Cimbrone è una tra le sedi principali del Festival.
Il concerto, evento simbolo della manifestazione, inizia puntualmente alle 4:30. Un palco affacciato sul mare ospita un’orchestra composta da settanta elementi della Savaria Symphony Orchestra, compagnia di grande tradizione ungherese diretta, come ogni estate dal 2003 ad oggi, da Aurelio Canonici, direttore artistico della sezione sinfonica del Ravello Festival. Jesce sole, di Roberto De Simone e interpretata dalla grande voce di Antonella D’Agostino, è il brano cha dà il via a questa notte di stelle e musica e a cui seguono le due sinfonie di Erik Satie legate al Coraggio, tema portante di questa edizione. Tanto per gli appassionati musicofili quanto per i curiosi e puntuali spettatori, il concerto all’aperto si rivela principalmente un incontro con l’armonia della natura che allo scandire di ogni brano prende forma e colore attraverso il lento sorgere del sole: è così che cambia il panorama e si passa dal cielo stellato ai contorni rosati delle montagne che a Gore Vidal suggerivano tanto le sembianze di un drago con la testa dolcemente reclinata sulla spiaggia, verso est.
All’arrivo dell’alba si spengono le luci artificiali dei neon ed ecco delinearsi la Costiera Amalfitana, nei suoi colori e profumi, e i giardini di Villa Rufolo sembrano essere cuciti apposta per quest’atmosfera. Sono le 6:15 e il pubblico, entusiasta, richiama tra gli applausi un emozionato e soddisfatto Direttore per almeno un bis prima di andar via.
Anche per quest’anno il concerto è terminato e, passeggiando nei giardini per avviarmi all’uscita, vengo omaggiata di splendidi fiori offerti gentilmente dalla Regione Campania, Assessorato Agricoltura. Non poteva esserci modo migliore per iniziare una nuova giornata.
Il “Concerto all’Alba” è un appuntamento che non delude mai, un crescendo di emozioni e un godimento per l’udito e la vista, un’esperienza da provare e dalla quale lasciarsi trasportare. Se la città di Ravello, con le sue bellezze naturali e l’accoglienza, ha dei segreti il solo modo per conoscerli è esserci.

Laura Fichera

Qualche informazione in più:
Savaria Symphony Orchestra
Direttore Aurelio Canonici
Antonela D’Agostino, “Jesce sole”
Erik Satie, Gymnopédies n.1 e n.3
Christoph Willibald Gluck, “Orfeo ed Euridice” - “Danza degli spiriti beati”
Wolfgang Amadeus Mozart, “Il flauto magico - Ouverture”
Ludwig van Beethoven, “Le creature di Prometeo - Ouverture”, “Coriolano”, “Egmont”
Felix Mendelsshon Bartholdy, “Calma di mare e viaggio felice”
Giuseppe Verdi, “Luisa Miller”, “I vespri siciliani”
Richard Wagner, “Rienzi”
Franz Liszt, “Rapsodia ungherese n.4”

Per informazioni sul Ravello Festival: http://www.ravellofestival.com
25 aprile – 27 settembre 2009


PreviousPauseAvanti