Warning: Table './testdrupal/drupal_cache_page' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM drupal_cache_page WHERE cid = 'http://radio.torvergata.it/articolo/in_600_a_tor_vergata_per_le_lauree_di_notte' in /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc on line 135

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 726

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 727

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 728

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 729
In 600 a Tor Vergata per le Lauree di notte | Radio Tor Vergata
Internet Tor Vergata Ateneo Uniroma2 La Web Radio Online
della Seconda Università di Roma musica, notizie, attualità e cultura dal nostro ateneo, da e per gli studenti.

In 600 a Tor Vergata per le Lauree di notte

Articolo Generico In 600 a Tor Vergata per le Lauree di notte

COMUNICATO STAMPA

Mercoledì scorso [NdR 21 luglio] si sono tenute a Tor Vergata, per la prima volta in notturna, per quanto ci si possa ricordare, le annunciate Lauree di 2° livello in Ingegneria dell'automazione e Ingegneria informatica.
Poco prima di mezzanotte, terminata la presentazione delle tesi, l’aula si è riempita; non solo i posti a sedere (400) ma anche tutti gli spazi in piedi son stati occupati da parenti e amici dei neo-ingegneri.

Al momento della proclamazione, hanno spontaneamente raggiunto il tavolo della Commissione altri docenti, fra cui tanti Ricercatori e Associati, nonché leve giovanissime di assegnisti e contrattisti vari. A vederli lì schierati dai 25 a ai 60 anni e passa, davano una certa emozione.

Finita la parte ufficiale, neo-laureati e parenti hanno ascoltato con interesse l' analisi della presente situazione per i giovani ingegneri che, come d’uso a Ingegneria di Tor Vergata, è proposta dal Presidente della Commissione di Laurea alla fine della seduta. Dopo una ventina di minuti di partecipazione attenta e silenziosa, genitori e neo-laureati sono esplosi in ripetuti applausi quando il Presidente ha affrontato gli aspetti più critici, ne ha colto le responsabilità in scelte fatte negli ultimi dieci - quindici anni “dalla partitica”, nella totale assenza di verifica delle
conseguenze di tali scelte e rettifica delle stesse ove manifestamente errate(come ci si sarebbe invece aspettato da una classe dirigente adeguata ai propri compiti), in un quadro di miglioramento continuo della qualità o, se si preferisce, in un modello veramente democratico di società, in cui i
governanti di vario livello si danno gli strumenti di ascolto dei governati ed effettivamente li ascoltano, sintetizzandone le richieste a un livello più alto.

Le scelte di oggi, ha detto un altro membro della Commissione di Laurea, potrebbero gravemente minare sia la formazione pubblica, aperta a tutti i meritevoli indipendente mente dal censo, sia il futuro dei nostri giovani, sia il divenire delle capacità di analisi, progettazione e rinnovamento tecnologico e scientifico dell’intero paese.

Per tali motivi, dopo dieci anni di silenzio e di lavoro difficilissimo di realizzazione delle varie riforme senza recare danno agli studenti, è ora il tempo per gli universitari di riprendere la parola, farsi sentire, porsi del tutto al di fuori delle “parti” rispetto a una classe dirigente
manifestamente inadeguata e di certo impreparata a comprendere la complessità della alta formazione e della ricerca strategica.

La grande partecipazione non era prevista; non certo dai docenti, i quali si sono mostrati all’altezza della situazione; nè da tutti gli altri. Lo stesso bar di Facoltà è rimasto chiuso: ha perso sia l’occasione di dar da bere ai circa seicento partecipanti, sia di avvantaggiare il proprio
budget.
Ci hanno però pensato i giovani dottorandi di ricerca che fino, a verso le due di notte, hanno offerto gratuitamente ai partecipanti acqua minerale e, alla fine, immancabile, il brindisi di italianissimo spumantino benaugurante.

Insomma, una bella nottata. Con una partecipazione tanto inattesa quanto amplissima e sentita, la quale ha lasciato tutti sorpresi e, insieme, soddisfatti.


PreviousPauseAvanti