Warning: Table './testdrupal/drupal_cache_page' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM drupal_cache_page WHERE cid = 'http://radio.torvergata.it/articolo/lega_pro_finale_al_cardiopalmo' in /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc on line 135

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 726

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 727

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 728

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 729
Lega Pro: finale al cardiopalmo! | Radio Tor Vergata
Internet Tor Vergata Ateneo Uniroma2 La Web Radio Online
della Seconda Università di Roma musica, notizie, attualità e cultura dal nostro ateneo, da e per gli studenti.

Lega Pro: finale al cardiopalmo!

Articolo Generico

A tre gare dal termine del campionato si inizia a fare sul serio nel girone A della Lega Pro, per intenderci la vecchia serie C1.
La lotta per conquistare la serie B è avvincente come non lo era da tempo e vede tra le sue protagoniste ben 6 squadre: Cesena, Pro Patria, Reggiana (tutte e tre a 53 punti!) Ravenna (52), Spal (50) e Padova (47).
Partiamo da quest'ultima: i biancoscudati, dati per favoriti ad inizio stagione hanno tradito non pochi impacci durante l'anno, cambiando ben 3 allenatori nonostante un parco giocatori stellare che comprende tra gli altri Cèsar (ex Chievo), Varricchio e Di Nardo. Le speranze di promozione diretta grazie al primo posto sono piuttosto remote nonostante domenica all'Euganeo arrivi un Lecco quasi rassegnato ai play-out. Il Ravenna riceverà un Monza non ancora tranquillo (35 punti, più 3 sulla zona play-out): i giallorossi sono reduci dalla vittoriosa trasferta di Busto Arsizio e possono contare su un calendario favorevole da qui al termine della stagione.
La Pro Patria andrà a giocarsela a Portogruaro, campo ostico per tutti, con i granata che si sono confermati squadra capace di giocare un calcio offensivo piuttosto efficace nonostante una posizione di classifica non esaltante.
I bustocchi, ancora arrabbiati per la sconfitta col Ravenna della scorsa giornata, si giocheranno l'intera stagione con questa partita, in bilico come sono dal punto di vista societario: la squadra infatti è ufficialmente fallita da un mese e ancora nessuno si è fatto avanti per rilevarla. Il paradosso sta nel fatto che la Pro Patria continua a disputare il proprio campionato senza penalizzazioni e non pagando i propri calciatori (e che calciatori! Correa –scuola Lazio- Toledo, Do Prado) da diversi mesi. Ragione che ha spinto i club rivali in classifica a presentare un reclamo ufficiale presso la Lega Pro. I vertici federali avranno il coraggio di prendere provvedimenti nel periodo più delicato della stagione? La risposta appare scontata: no.
Tornando alle vicende del campo, la Reggiana sarà ospite di una Cremonese vogliosa di rivalsa dopo una stagione fallimentare nonostante i grandi e costosi progetti (in rosa può vantare calibri di Guidetti, Riganò e Domenico Morfeo).
Il match di cartello per il 32^ turno è senza dubbio Spal-Cesena: i ferraresi, reduci da una fondamentale vittoria colta sul difficile campo del Novara grazie ad una prodezza del marocchino Arma, vogliono rientrare nella corsa al primo posto progettando lo sgambetto ai bianconeri.
Lo stadio Paolo Mazza si annuncia gremito e rumoroso, soprattutto perché –con una decisione senza precedenti- l’Osservatorio sulle manifestazioni sportive ha rimosso il divieto di trasferta per i romagnoli imposto inizialmente. A Ferrara arriverà un Cesena arrabbiato per il mezzo passo falso della 31^ giornata, che l’ha visto pareggiare in casa con un sempre coriaceo Lumezzane.
Pesanti le assenza da ambo le parti: i biancazzurri allenati da Aldo Dolcetti dovranno fare a meno del terzino goleador Ghetti (4 gol quest’anno) e dell’esperto centrale Lorenzi, mentre sulla sponda cesenate è in forte dubbio il difensore Biserni, assente per squalifica la punta Giaccherini.

Articolo scritto e inviato da Alessandro Orlandin all'indirizzo sensiblesoccer@live.it


PreviousPauseAvanti