Warning: Table './testdrupal/drupal_cache_page' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM drupal_cache_page WHERE cid = 'http://radio.torvergata.it/articolo/mentre_il_ministro_parla_di_mike_buongiorno_luniversita_italiana_crolla_a_picco' in /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc on line 135

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 726

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 727

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 728

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 729
Mentre il Ministro parla di Mike Buongiorno, l'università italiana crolla a picco! | Radio Tor Vergata
Internet Tor Vergata Ateneo Uniroma2 La Web Radio Online
della Seconda Università di Roma musica, notizie, attualità e cultura dal nostro ateneo, da e per gli studenti.

Mentre il Ministro parla di Mike Buongiorno, l'università italiana crolla a picco!

Articolo Generico Mentre il Ministro parla di Mike Buongiorno, l'università italiana crolla a picco!

Fonte ANSA - APICOM
Migliora nell'ultimo anno la reputazione internazionale delle università italiane, nonostante i problemi di spesa evidenziati ieri dall'Ocse nel rapporto sull'istruzione. Solo due atenei italiani si attestano tra i duecento migliori al mondo e 15 tra i migliori 500. Lo dice QS World University Rankings, uno dei più autorevoli sistemi di valutazione della qualità delle università mondiali, in un rapporto reso noto dal Consiglio universitario nazionale (Cun). Al primo posto della prestigiosa graduatoria, diffusa ieri da Londra e giunta alla settima edizione, c’é Cambridge, che quest’anno scippa il primo posto ad Harvard, dal 2004 in cima alla graduatoria e costretta ora a scendere di un gradino.
Il Nuovo Continente ha dovuto, per la prima volta nella storia della classifica, cedere il passo al Vecchio. L’Italia arriva dopo, parecchio dopo: 176ma si piazza l’Alma Mater di Bologna e 190ma è La Sapienza di Roma.
Tra le top 500 del mondo, votate da oltre 15.000 accademici di tutto il mondo (tra cui oltre 700 rettori e prorettori) e 5007 compagnie e società internazionali, sono 15 le università italiane, due in più dello scorso anno (l’ateneo di Milano e quello di Torino), ma soltanto una è del Sud, la Federico II di Napoli, che si piazza al 401mo posto. Gli altri atenei del Belpaese che meritano una menzione, sia pure in una top allargatissima (500 best), sono l’Università di Padova (261mo posto ora, 312 nel 2009), il Politecnico di Milano (295, l’anno scorso 286), le università di Pisa (300, 322), Firenze (328, 377), Pavia (363, 412) e, dopo le prime 400, Trento, Trieste, l'Università di Roma Tor Vergata, Federico II di Napoli, Politecnico di Torino, Siena e università degli studi di Torino e Milano. Solo dieci delle 15 università italiane hanno migliorato la propria posizione nella classifica delle 500 migliori.
Dati davvero poco confortanti ... soprattutto quando abbiamo un Ministro dell'Istruzione che invece di cercare di risollevare le sorti della scuola italiana pensa a Mike Buongiorno.

Alla fine

Mike Bongiorno e l'Università italiana sono due "soggetti" interscambiabili...Entrambi sono morti!


PreviousPauseAvanti