Warning: Table './testdrupal/drupal_cache_page' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM drupal_cache_page WHERE cid = 'http://radio.torvergata.it/articolo/oggi_la_strada_ce_la_indica_mario_monicelli' in /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc on line 135

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 726

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 727

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 728

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 729
Oggi la strada ce la indica Mario Monicelli! | Radio Tor Vergata
Internet Tor Vergata Ateneo Uniroma2 La Web Radio Online
della Seconda Università di Roma musica, notizie, attualità e cultura dal nostro ateneo, da e per gli studenti.

Oggi la strada ce la indica Mario Monicelli!

Articolo Generico Oggi la strada ce la indica Mario Monicelli!

A 95 anni, compiuti lo scorso 16 maggio, il grande regista Mario Monicelli ha ancora voglia di combattere ed esorta con un appello i giovani a ribellarsi ai tagli alla cultura voluti dal governo.
Spingere con la forza e non tacere. Dovete usare la vostra forza per sovvertire, protestare. Fatelo voi che siete giovani. Io non ho più l'età ha detto proprio oggi rivolgendosi agli studenti dell'Istituto di Stato per la Cinematografia e la televisione Roberto Rossellini di Roma, in piena mobilitazione per i tagli che la colpiscono.

La storia d’Italia, ha continuato lo sceneggiatore viareggino, è conosciuta all'estero solo per la sua cultura. Il nostro non è un Paese che ha avuto grandi generali o grandi personaggi storici, ma solo una forte collocazione culturale. Ed è proprio questa, l'unica cosa che ci viene da tutti riconosciuta all'estero, che si vuole oggi combattere.

Come già annunciato nell’intervista rilasciata in occasione della, ormai celebre, trasmissione del 25 marzo Rai per una notte condotta da Michele Santoro il padre de La grande guerra ribadisce: Il fatto è che noi siamo sempre stati un popolo subalterno. Sotto il dominio prima di francesi, poi spagnoli, di tedeschi, sotto lo stesso dominio del Papa. Insomma non abbiamo mai avuto una nostra reale indipendenza, mai davvero avuto il senso della libertà. Spero che tutto questo prima o poi finisca davvero.

Monicelli parla di battaglia, di lotta e agitazioni studentesche, parole che sono state, chiaramente, utilizzate in modo strumentale sia dal Ministro dei Beni Culturali, Sandro Bondi, che dal capogruppo del Pdl alla Camera Fabrizio Cicchitto che ha, addirittura, parlato di "irresponsabile auspicio" riferendosi a quanto accaduto in Italia negli anni Settanta e Ottanta.

Per fortuna a noi studenti, a noi ricercatori, a noi del mondo universitario e della cultura l’appello di Monicelli è arrivato forte, chiaro e senza travisazioni!


PreviousPauseAvanti