Warning: Table './testdrupal/drupal_cache_page' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM drupal_cache_page WHERE cid = 'http://radio.torvergata.it/articolo/pandoro_o_panettone' in /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc on line 135

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 726

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 727

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 728

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 729
Pandoro o Panettone? | Radio Tor Vergata
Internet Tor Vergata Ateneo Uniroma2 La Web Radio Online
della Seconda Università di Roma musica, notizie, attualità e cultura dal nostro ateneo, da e per gli studenti.

Pandoro o Panettone?

Articolo Generico Pandoro o Panettone?

Nel corso della propria esistenza ogni uomo è costretto ad affrontare prove durissime e soprattutto a fare delle scelte ben precise: biondo o moro? destra o sinistra?, mare o montagna? Essere o non essere? Ma in questi giorni il vero dilemma che assilla, da generazioni, l’essere umano è solo e soltanto uno: pandoro o panettone?
Si tratta in entrambi i casi di dolci dalle umili origini che sono diventati, velocemente, estremamente golosi e simbolo indiscusso del periodo natalizio.

Iniziamo dal pandoro che, al contrario del suo antagonista il panettone, ha ancora le origini avvolte nel mistero. Per alcuni esperti esso nasce in Veneto nel corso del Cinquecento dall’esigenza sentita dalle famiglie nobili di scambiarsi ricchi dolci ricoperti da foglie d’oro (da cui il nome Pan d’oro che ben descrive il colore della soffice pasta). Per altri studiosi di tradizioni natalizie e culinarie, invece, la nascita del pandoro risalirebbe al primo Ottocento e avrebbe il suo antenato nel Nadalin, un dolce a forma di stella, che per tradizione le famiglie veronesi preparavano proprio nel periodo natalizio. In breve tempo sarebbe poi diventato la più tipica produzione dolciaria di Verona. Infine una piccola schiera di studiosi sostiene che il famoso dolce deriverebbe dalle tradizioni della casa reale asburgica che in occasione del Natale era solita preparare il cosiddetto pane di Vienna, in tutto e per tutto uguale al nostro pandoro.

Sulla nascita del panettone, invece, non ci sono dubbi. Esso è nato a Milano ad opera di un tal Toni, sguattero di un illustre fornaio. La tradizione narra che nella corte del Duca Ludovico il Moro, Signore di Milano, alla vigilia di Natale, si tenne un gran pranzo. Per quell’occasione il capo della cucina aveva predisposto un dolce particolare, degna chiusura del fastoso banchetto, che però, per distrazione bruciò irrimediabilmente. Per sopperire alla mancanza Toni propose di aggiungere ad un impasto già pronto uova, zucchero, uvetta sultanina e cedro candito. Inutile aggiungere che il dolce fu un vero successo e iniziò ad essere conosciuto da tutta la città come Pan del Toni.

Altro dolce immancabile è il torrone che sarebbe stato creato nel 1441 a Cremona in occasione del banchetto di nozze di Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti. Tale dolce consisteva in un composto di mandorle, miele e bianco d’uovo, molto compatto, modellato in modo da riprodurre la forma del campanile del Duomo, il noto Torrazzo (all’epoca chiamato Torrione. Non è difficile, però, credere che il preparato di base del torrone fosse ben noto già dai tempi antichi: gli ingredienti base di questo dolce, miele e mandorle, infatti, erano diffusissimi in tutto il Mediterraneo già da molto tempo e permettevano di preparare prodotti facilmente conservabili anche al caldo. I Romani e gli Arabi preparavano dolciumi chiamati rispettivamente Cupedia e Turun dai quali, attraverso una lenta evoluzione, sembra sia derivato il nostro torrone.

Questi sono solo i tre dolci più noti ma è chiaro che ogni regione d'Italia abbia le proprie tradizioni e i propri dolci particolari. Alcuni sono famosissimi altri sono conosciuti solo a livello regionale come ad esempio il Pandolce di Genova, nato durante la Repubblica Genovese, quando era florido il commercio delle spezie, dell'uvetta di Smirne, dei pinoli, dei canditi, il Panspeziale di Bologna chiamato anche “certosino” per la provenienza dal ricettario dei monaci della locale Certosa, o il Parrozzo abruzzese, derivato dal “pan rozzo” cioè il semplice pane dolce. ma ce ne sarebbero tanti altri ancora....

E voi? Di che partito siete? Pandoro o panettone?


PreviousPauseAvanti