Warning: Table './testdrupal/drupal_cache_page' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM drupal_cache_page WHERE cid = 'http://radio.torvergata.it/articolo/scaramanzie_di_capodanno_regole_da_seguire_per_un_nuovo_anno_perfetto' in /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc on line 135

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 726

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 727

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 728

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 729
Scaramanzie di Capodanno: regole da seguire per un nuovo anno perfetto! | Radio Tor Vergata
Internet Tor Vergata Ateneo Uniroma2 La Web Radio Online
della Seconda Università di Roma musica, notizie, attualità e cultura dal nostro ateneo, da e per gli studenti.

Scaramanzie di Capodanno: regole da seguire per un nuovo anno perfetto!

Articolo Generico Scaramanzie di Capodanno: regole da seguire per un nuovo anno perfetto!

Molte sono le usanze e le scaramanzie per dare l'addio al vecchio anno e per auspicare l'arrivo del nuovo.
Leggendo qua e là ne ho trovate diverse, alcune addirittura imbarazzanti, quindi ho deciso di limitarmi a illustrare le più conosciute.
La prima è senza dubbio quella di indossare qualcosa di nuovo, possibilmente rosso. Si tratta di una tradizione tutta italiana che si accompagna alla convinzione che il rosso porti fortuna. Effettivamente questo colore è denso di significati positivi, in particolar modo è simbolo di forza, sicurezza e vitalità. Secondo alcuni, l'usanza del rosso per Capodanno verrebbe dal simbolismo cinese, che identifica il rosso come colore della buona sorte, utilizzato per le decorazioni e gli addobbi nuziali; secondo altri questa tradizione risalirebbe addirittura ai tempi dell'impero romano, quando uomini e donne indossavano appunto qualcosa di rosso per il Capodanno Romano come buon auspicio per le proprie vicende personali e per la propria salute. Secondo la tradizione, quindi, l'"obbligo" è quello di indossare un qualsiasi accessorio di questo colore tanto che nell’ultimo decennio si è ormai imposta l’usanza di indossare intimo rosso, RIGOROSAMENTE nuovo e regalato.

Altra credenza alla quale si dà ancora molto peso è che “quello che fai il primo dell'anno lo fai tutto l'anno”. Questo detto deriva dal fatto che il Capodanno è tradizionalmente considerato il giorno di transizione, la notte in cui tutto è permesso ma soprattutto la serata che sarà il modello per le 364 successive. Ecco perché si mangia e si beve in abbondanza! Per garantire fortuna, prosperità e abbondanza per il nuovo periodo che arriva e che, nel mondo contadino, annunciava l’arrivo della stagione più fredda e quindi anche più critica per i raccolti. Oltre al bere e mangiare ognuno è libero di fare anche altre cose che vorrebbe poi fare per il resto dell’anno……

Sempre nella notte di capodanno non dimenticate di appendere del vischio sulle porte. Il vischio è sempre stato una pianta sacra, una specie di miracolo della natura che d'inverno spicca nei boschi quando alberi e arbusti mostrano solo rami spogli. La tradizione vuole che si appenda il vischio per allontanare gli spiriti maligni da casa, e se gli spiriti sono già dentro non c'è da preoccuparsi, basterà arieggiare una stanza buia poco prima dello scoccare del nuovo anno. Attenzione, però, in contemporanea è indispensabile aprire le finestre anche in una stanza illuminata per accogliere nelle mura domestiche gli spiriti del bene. E il bacio sotto al vischio? E’ un portafortuna per gli innamorati….

Altra usanza è quella di non uscire a tasche vuote perché la tradizione narra che tutte le monetine che avrete, alla mezzanotte, con voi si moltiplicheranno nel nuovo anno. E per rimanere in tema una tradizione, poco conosciuta, sostiene che non si debbano mai negare prestiti a Capodanno poiché i soldi prestati torneranno, addirittura, centuplicati!

Infine per concludere qualche tradizione gastronomica, prima fra tutte quella delle immancabili lenticchie che, da nord a sud, arrivano puntuali simboleggiando l’abbondanza e il denaro. Ogni lenticchia è, infatti, rappresentazione di una moneta e quindi più ne mangeremo e più soldi avremo. Anche lo zampone e il cotechino sono divenuti il simbolo dell’abbondanza viste anche le caratteristiche estremamente nutrienti della carne di maiale. Mangiare queste due pietanze a Capodanno promette un anno ricco di abbondanza, benessere e prosperità. Stesso significato viene dato ai chicchi d’uva (sia freschi che di uva passa). Un antico proverbio, infatti, recita: chi mangia l'uva per Capodanno conta i quattrini tutto l'anno. Anche in Spagna l’ultimo giorno dell’anno si saluta con un chicco d’uva per ognuno degli ultimi 12 secondi (come 12 sono i mesi) che mancano allo scoccare della mezzanotte. Tra i cibi simbolo di fortuna e abbondanza è doveroso ricordare fichi secchi e datteri, già utilizzati dai Romani, perché il nuovo anno porti con se dolcezza e vita.

Tutto chiaro? E allora Buona fine e buon inizio!!!


PreviousPauseAvanti