Warning: Table './testdrupal/drupal_cache_page' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM drupal_cache_page WHERE cid = 'http://radio.torvergata.it/articolo/south_africa_2010_italia_che_figura' in /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc on line 135

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 726

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 727

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 728

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 729
South Africa 2010: ITALIA CHE FIGURA! | Radio Tor Vergata
Internet Tor Vergata Ateneo Uniroma2 La Web Radio Online
della Seconda Università di Roma musica, notizie, attualità e cultura dal nostro ateneo, da e per gli studenti.

South Africa 2010: ITALIA CHE FIGURA!

Articolo Generico South Africa 2010: ITALIA CHE FIGURA!

Finisce così il mondiale dell’Italia, dopo tre partite decisamente sotto tono contro avversari che avremmo dovuto e potuto superare con punteggi tennistici.
Il Paraguay forse la più tecnica ma non irresistibile, così come la Nuova Zelanda da non confondere con gli All Blacks del rugby, tutt’altra cosa assolutamente, persino opposti i colori di maglia, loro sono gli All White, infine la Slovacchia, unico giocatore veramente di livello Hamsik del Napoli.

Un riepilogo che evidenzia come il cammino avrebbe potuto essere ben diverso, se solo l’ostinazione avesse lasciato il posto alla condiscenza nelle scelte di Lippi, forse avremmo potuto vedere la coppia più bella d’Italia, Cassano-Pazzini, il tandem che in due anni a Genova ha rievocato i fantasmi di Mancini e Vialli. E’ vero Cannavaro è il capitano, rappresenta colui che a Berlino fece piangere milioni di persone alzando al cielo quella coppa assente dal mundial 82’ ma in questa stagione forse ne ha fatte piangere altrettante con prestazioni non certo all’altezza con la maglia della Juventus e allora non avrebbe guastato nemmeno un pizzico di coraggio nel farlo accomodare in panchina.

Ormai è andata, sarebbe stato più dignitoso uscire anche soltanto al prossimo turno, ma contro gli orange olandesi almeno. Resta il rimpianto per un mondiale che poteva finire in maniera diversa se qualcuno fosse stato più chiaro e avesse lasciato la nazionale in mano al suo successore già da questa competizione. Ciò che preoccupa a caldo è pensare a chi potranno essere i futuri azzurri, speriamo che Prandelli abbia le idee più chiare delle nostre perché il calcio italiano non può ripetere una prestazione del genere, non siamo mica la Padania!

FABIO CARAVELLO


PreviousPauseAvanti