Warning: Table './testdrupal/drupal_cache_page' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM drupal_cache_page WHERE cid = 'http://radio.torvergata.it/articolo/vergognosa_sentenza_per_il_dissidente_liu_xiaobo' in /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc on line 135

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 726

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 727

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 728

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 729
Vergognosa sentenza per il dissidente Liu Xiaobo | Radio Tor Vergata
Internet Tor Vergata Ateneo Uniroma2 La Web Radio Online
della Seconda Università di Roma musica, notizie, attualità e cultura dal nostro ateneo, da e per gli studenti.

Vergognosa sentenza per il dissidente Liu Xiaobo

Articolo Generico Vergognosa sentenza per il dissidente Liu Xiaobo

E' stata confermata, ieri, la sentenza a 11 anni di reclusione per “incitamento alla sovversione” per il dissidente Liu Xiaobo, scrittore cinese, attivo da molti anni nella difesa dei diritti umani nel suo Paese. Liu, 54 anni, non solo è stato uno dei veterani della protesta di piazza Tiananmen del 1989, ma è anche uno dei principali autori di Carta 08, un documento con il quale si propone l'instaurazione in Cina di un sistema politico democratico.
La sentenza ha sollevato l’indignazione generale: il diplomatico americano Gregory May ha, chiesto, a nome del Governo degli Usa, l'immediata liberazione del dissidente, sottolineando come il processo non abbia rispettato i più semplici standard internazionali di trasparenza e rispetto dei diritti degli imputati. Anche l'Unione Europea ha aspramente criticato la decisione di Pechino definendosi, tra l’altro, anche molto preoccupata per il carattere sproporzionato della pena inflitta ad un difensore dei diritti dell'uomo e della libertà di espressione.
Ma di che cosa è stato accusato Liu?
Xiaobo è stato condannato il 25 dicembre con l’accusa di istigazione alla sovversione del potere dello stato, un capo di imputazione vago e sempre più spesso utilizzato contro oppositori politici e difensori dei diritti umani. Ma ciò che più lo ha reso ostile al regime è stata, tuttavia, La Carta 08, con la quale si chiedeva l'estensione delle libertà politiche e la fine della sovranità del Partito comunista cinese. Fu firmata da più di trecento persone, compresi alcuni dei principali intellettuali del Paese. Pubblicata successivamente su internet, raccolse altre diecimila firme. La sua condanna fu energicamente denunciata dalle organizzazioni di difesa dei diritti umani e dai Paesi occidentali e dopo la bocciatura furono in tanti a sollecitare il governo cinese a rispettare i più elementari diritti dell’uomo, probabilmente gli stessi che ieri hanno atteso, al freddo e al gelo all’uscita del tribunale, la scandalosa sentenza.

Federica Lorini


PreviousPauseAvanti