Warning: Table './testdrupal/drupal_cache_page' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM drupal_cache_page WHERE cid = 'http://radio.torvergata.it/multimedia/biagio_izzo_ai_microfoni_di_radio_tor_vergata' in /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc on line 135

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 726

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 727

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 728

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 729
Biagio Izzo ai microfoni di Radio Tor Vergata | Radio Tor Vergata
Internet Tor Vergata Ateneo Uniroma2 La Web Radio Online
della Seconda Università di Roma musica, notizie, attualità e cultura dal nostro ateneo, da e per gli studenti.

Biagio Izzo ai microfoni di Radio Tor Vergata

Interviste Audio Biagio Izzo ai microfoni di Radio Tor Vergata
Informazioni
Data: 
12/10/2010 - 24/10/2010
Luogo: 
Teatro Olimpico
Durata, Lunghezza: 
5:05

Incontriamo Biagio Izzo nel bar del Teatro Olimpico. Sono le 19.10 e lui non solo è puntualissimo (dote rara nel mondo attoriale) ma è anche di una disponibilità e di una gentilezza che commuove.
Ci parla di lui, degli esordi, dell’approdo al mondo cinematografico, dell’enorme differenza tra fare cinema e fare teatro … ma soprattutto ci parla del pièce teatrale che tra poco andremo a gustarci: Un Tè per tre, scritto a quattro mani con Bruno Tabacchini e magistralmente diretto da Claudio Insegno.
Il canovaccio è quello classico della farsa giocata sugli equivoci di stampo plautino: ci sono due gemelli, nessuno dei due sa dell’esistenza dell’altro, vengono trattati i temi classici dell’amicizia e dell’amore, c’è di mezzo una sostanziosa somma di denaro e ci sono una serie di personaggi, solo apparentemente secondari, a fare da cornice e ad impreziosire l’opera.
Una commedia brillante che ha tenuto incollati alle poltrone per più di due ore un pubblico numerosissimo (non c’era un posto vuoto) con risate, allegria e un umorismo tipicamente napoletano che è un po’ la firma di Izzo. Quest’ultimo, interprete principale, si è cimentato sul palcoscenico vestendo i panni di ben tre personaggi: Michele Scapece, cantante neo melodico accompagnato dal suo avvocato-impresario, dalla gelosissima fidanzata e da un gruppo d ballerine, Ferdinando Scapece, intellettuale trapiantato al nord, ingenuo e avulso da esperienze sentimentali e, sul finire dell’opera, Assuntina Scapece, notissima “signora” napoletana.
La trama non ve la sveliamo per non togliervi il gusto di apprezzarla da soli. Ciò che possiamo dire, senza ombra di dubbio, è che Un tè per tre è una vera e micidiale macchina di comicità e un ingranaggio studiato in ogni particolare, pieno di battute e di personaggi bravi e divertenti che agiscono il palco nella sua integrità e che divengono, battuta dopo battuta, assolutamente funzionali allo scioglimento dell’equivoco comico.

Come lo stesso Biagio Izzo ha fatto al termine dello spettacolo è doveroso menzionare (e naturalmente ringraziare): gli attori Teresa Del Vecchio, Francesco Procopio, Antonio Ferrante , Monica Guazzini , Paolo Bonanni, Paola Quilli , Emanuela Morini , Tommaso Spinelli; le ballerine Elisabetta Persia, Loretta Paoletti, Federica Michieli, Stefania Damiani; lo scenografo Francesco Scandale, la costumista Graziella Pera; l’addetto alle luci Vittorio Grotta , la coreografa Germana Bonaparte, Paolo Belli per le musiche, Claudio Insegno per la regia e Biagio Izzo per la bravura, la disponibilità e la simpatia.

Scarica

audio/mpeg iconIntervista a Biagio Izzo.MP3

PreviousPauseAvanti