Warning: Table './testdrupal/drupal_cache_page' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM drupal_cache_page WHERE cid = 'http://radio.torvergata.it/recensione/andrea_chimenti_chimentidanzasilenda_cddvd' in /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc on line 135

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 726

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 727

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 728

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 729
Andrea Chimenti - ChimentidanzaSilenda (Cd+Dvd) | Radio Tor Vergata
Internet Tor Vergata Ateneo Uniroma2 La Web Radio Online
della Seconda Università di Roma musica, notizie, attualità e cultura dal nostro ateneo, da e per gli studenti.

Andrea Chimenti - ChimentidanzaSilenda (Cd+Dvd)

Cd-Dvd Musicali Andrea Chimenti - ChimentidanzaSilenda (Cd+Dvd)
Informazioni
Etichetta, Editore, ecc.: 
Audioglobe
Durata, Lunghezza: 
59:00 min, 16 Tracce (cd+dvd)
Anno: 
2009

Era il 1996 e dalle frequenze di una radio romana, il brano "Ti ho aspettato", scritto e cantato da Andrea Chimenti con David Sylvian (ex-membro dei Japan), mi permise di incontrare l'opera di questo artista emiliano trapiantato in Toscana. Cantautore dalla carriera ormai ventennale (inizia negli anni '80 con i Moda) Chimenti ci regala una traccia del suo percorso musicale e non, con un doppio lavoro uscito da poche settimane. Artista non estraneo ad esperimenti di contaminazione tra diverse discipline artistiche, in questa occasione realizza un crocevia multimediale tra musica, arti visive, danza e poesia. Occasione è la realizzazione di un video per celebrare l'attività e l'anima della compagnia di danza Silenda, realizzato da Fernando Maraghini e Maria Erica Pacileo. La formula scelta: 14 videoclip che vedono protagonista la musica di Andrea e le performance dei ballerini.

IL CD

Comprende 16 brani musicali che spaziano nella discografia di Chimenti, dagli esordi fino ai giorni nostri. Si parte con ordine; un salto indietro negli anni '80 e le prime esperienze nei Moda, i testi provocatori e sarcastici ed una voce stridula a tratti graffiante ("America" tratta da "Canto Pagano"). Stesse sonorità rock ed impostazione vocale caratterizzano anche "Amami", estratto dal primo album solista "La maschera del corvo" (1992). In questi primi capitoli lo stile di Andrea, risulta quasi irriconoscibile a chi lo ha incontrato nella produzione degli anni successivi.
Poi lo stacco: "La fonte del rimorso" (da Qohelet, ) ci ridona i toni profondi e caldi che ben conosco e ci traghetta nella già citata "Ti ho aspettato": fusione di due voci incredibili. Se David Sylvian non ha bisogno di presentazioni ne commenti, Andrea dimostra qui tutta la sua capacità espressiva, vocale e musicale. Ancora due tracce da "L'albero Pazzo" (1996) per poi essere gettati nelle atmosfere di "Vietato Morire" (2004); le chitarre elettriche dei primi brani sono lontane, pianoforte e strumenti acustici sono protagonisti mentre le atmosfere aleggiano delicate e malinconiche. "Mipney Ma" fa da sponda alla timida comparsa degli archi ma "Tra Terra e Mare", "Prima della Cenere", "La Cattiva amante" e "Il Gioco" sono ancora ballate dal sapore rock-minimalista, intense ed accattivanti.
E quando non ti spetti altro, arriva una sequenza che ti lascia senza fiato...
"Se tornassi alla fonte" chiude le citazioni da "Vietato morire" ma apre una parata finale di tre gemme sonore di rara intensità e bellezza. Le liriche di Andrea sono semplici ed essenziali, la voce commovente fino alle lacrime, il tema quello della partenza e dell'addio, della fine e di un nuovo inizio. Mentre pianoforte ed archi sono ormai indiscussi padroni della scena, nelle successive "Cori descrittivi di stati d'animo di Didone" e "Da ultimi cori per la terra promessa" i testi diventano alta poesia... e senza retorica. Estratti da "Il porto sepolto" (2002, versione digitale di uno spettacolo teatrale che Andrea porta in tour nel 2000) sono interpretazioni musicali delle opere di Giuseppe Ungaretti, esperimento impegnativo ed assolutamente riuscito che imprimono definitivamente un sigillo fortemente intimista alla chiusura del lavoro.

E quando arriva la fine del Cd ci si accorge che sono passati più di vent'anni; dagli eccessi urlati degli '80, alla maturità artistica di un cantautore che oggi sa regalare emozioni anche con un sussurro.
Non ci rimane che aspettare il nuovo album in studio che vedrà la luce il prossimo anno.

Il DVD

14 delle 16 tracce audio sono qui ripercorse ed impreziosite dall'esperienza visiva.

Per stessa ammissione di Andrea si è trattato un'esperienza di ri-visione (o di "visione alternativa") della sua produzione. La fusione con l'opera di Fernando Maraghini e Maria Erica Pacileo (molto lontane dalla sua idea originale), hanno conferito alla sua musica una seconda vita... una sorta di "rinascita".

La protagonista delle immagini è rappresentata in modo inusuale e alquanto eterogenea; oltre alle forme più classiche, la danza è anche sguardi, forme indistinte, movimenti ora nervosi ora minimali, limitati persino alle sole dita di una mano.

Danzatori mascherati, sagome sfumate si muovono su scenografie di paesaggi sub-urbani, spiagge deserte, siti post-industriali o ambienti tanto alterati da risultare irriconoscibili. E poi, il mare con il suo orizzonte piatto ed infinito, il cielo e le sue mutevoli forme; paesaggi interiori, luoghi dell'anima e della mente. Tutto si fonde in un alchimia strana ed affascinante, lontana anni luce dai video-clip di largo consumo. Sono sequenze oniriche espulse da una memoria remota, frammenti di ricordi che riaffiorano casualmente, evocati da musica e voce. Movimenti, gesti o semplici posizioni nello spazio disegnano linee invisibili nell'aria e il confine tra materia e spirito si annulla. I significati si perdono in mille rivoli ed interpretazioni, nessuna speranza di un messaggio univoco, solo infinite possibilità di lettura: una per ognuno di noi.

Già autore di sonorizzazioni museali ed installazioni sonore, Chimenti e i suoi collaboratori segnano un nuovo passo nel loro percorso di indagine, fusione e rielaborazione dell'esperienza artistica. Il risultato: un opera completa ed eclettica.

Dret

La Tracklist completa:

  1. Se fossi (da Canto Pagano - Moda)
  2. America (da Canto Pagano - Moda)
  3. Tra i pioppi (da La Maschera del Corvo Nero)
  4. Amami (da La Maschera del Corvo Nero)
  5. La fonte del rimorso (da Qohelet)
  6. Ti ho aspettato (da L'Albero Pazzo)
  7. Carta di riso (da L'Albero Pazzo)
  8. Si dirada la nebbia (da L'Albero Pazzo)
  9. Prima della cenere (da Vietato Morire)
  10. Mipney Ma (da Vietato Morire)
  11. Tra la terra e il cielo (da Vietato Morire)
  12. La cattiva amante (da Vietato Morire)
  13. Il gioco (da Vietato Morire)
  14. Se tornassi alla fonte (da Vietato Morire)
  15. Cori descrittivi di stati d'animo di Didone (da Il Porto Sepolto)
  16. Da Ultimi cori per la Terra Promessa (da Il Porto Sepolto)

PreviousPauseAvanti