Warning: Table './testdrupal/drupal_cache_page' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM drupal_cache_page WHERE cid = 'http://radio.torvergata.it/recensione/cats_teatro_sistina' in /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc on line 135

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 726

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 727

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 728

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 729
Cats-Teatro Sistina | Radio Tor Vergata
Internet Tor Vergata Ateneo Uniroma2 La Web Radio Online
della Seconda Università di Roma musica, notizie, attualità e cultura dal nostro ateneo, da e per gli studenti.

Cats-Teatro Sistina

Teatro Cats-Teatro Sistina
Informazioni
Luogo: 
Roma-Teatro Sistina
Data: 
02/11/2009 - 25/04/2010

Lo storico Teatro Sistina di Roma si presta a dar voce ad uno dei racconti più intensi nella storia del musical, “Cats”. Per la prima volta tradotto in italiano e firmato “Compagnia della Rancia”, dopo il debutto dello scorso novembre è giunto al termine delle repliche registrando ancora una volta il tutto esaurito.
Cats emoziona e certamente ne è valsa la pena attenderlo tutti questi anni.

Un musical che parla di vita attraverso il linguaggio degli acrobatici ritmi felini dei gatti più famosi del mondo. Una volta entrati nel quartiere di Jellicle ci si affeziona così tanto ai loro racconti ed alle loro emozioni che sembra quasi difficile rientrare nella dimensione umana.
Gatti, vanitosi, adulatori, dispettosi, golosi, imprevedibili, solo loro hanno la possibilità di rinascere a vita nuova, almeno sette volte e, quando lo fanno, ripercorrono il passato e i ricordi attraverso quello che si è stati in gioventù, “…ero bella, splendeva in me la felicità..quel ricordo rivivrà…”, canta Grisabella intonando, in italiano, uno dei brani più toccanti, “Memory”.

Ed ecco che ci si rende conto che non è poi così facile lasciare questa vita con la convinzione che si tratti di un semplice passaggio, quasi di una fortuna, da vivere con serenità. I gatti di Jellicle ci riescono, per loro tutto è possibile, in quella che è una festa che si ripete ogni anno in una notte di luna piena, in una discarica vicino ad un luna park.

Il Cats portato in scena da Saverio Marconi fa la differenza. Merito dei suoi 25 ballerini e attori, delle coreografie inedite di Daniel Ezralow, della scenografia a dimensione di gatto di Gabriele Moreschi, dei costumi firmati Coveri e delle meravigliose musiche di Andrew Lloyd Webber eseguite dal vivo da un’orchestra di 16 elementi.

È, questa, una storia che fa sognare, tanto il pubblico adulto quanto quello più giovane, e che narra alla perfezione il filo sottile che lega umani e gatti in uno strano rapporto. La Compagnia della Rancia la regala allo spettatore in un allestimento del tutto contemporaneo dell’opera originaria di T. S. Eliot, “Old Possum’s Book of Practical Cats”.

Dal suo debutto al New London Theatre ad oggi non ci si può certo meravigliare per i sold out registrati, delle oltre 16.794 repliche totalizzate solo tra Broadway e Londra dal 1981 al 2002, dei numerosi premi, delle 250 città e dei 20 paesi in cui è stato rappresentato, delle 10 lingue in cui è stato tradotto, dei 150 artisti che hanno inciso la canzone più famosa, “Memory”.

Sono 28 anni che Cats gira il mondo, ma finalmente possiamo dire, con orgoglio verso il nostro teatro, che i suoi gatti hanno lasciato un’impronta indelebile anche nella scena italiana.

Laura Fichera

Scarica

image/jpeg iconcats2.jpg

PreviousPauseAvanti