Warning: Table './testdrupal/drupal_cache_page' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM drupal_cache_page WHERE cid = 'http://radio.torvergata.it/recensione/forhekset_%E2%80%9Cfirst_step_nowhere%E2%80%9D' in /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc on line 135

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 726

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 727

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 728

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 729
Forhekset “First Step to Nowhere” | Radio Tor Vergata
Internet Tor Vergata Ateneo Uniroma2 La Web Radio Online
della Seconda Università di Roma musica, notizie, attualità e cultura dal nostro ateneo, da e per gli studenti.

Forhekset “First Step to Nowhere”

Concerti
Informazioni
Anno: 
2007

I Forhekset, gruppo umbro, appaiono fortemente influenzati dalla scena Metal europea, in particolare da quella scandinava, e nel loro primo lavoro “First Step to Nowhere” ci presentano un sound aggressivo, tutt’altro che scontato, con pesanti riferimenti al Black e al Death, che riescono a far sposare benissimo. La voce di Andrea ne è l’esempio lampante, un connubio perfetto che dei due generi ha preso il meglio, senza quelle sbavature che spesso li contraddistinguono e che fa risultare il suono preciso e lineare, in una interessante fusione tra il growl e lo scream. La batteria, incalzante e tecnica, s’innalza a formare un vero e proprio muro affiancato da giri armonici di chitarra pregevoli e rintracciabili già dal primo pezzo “Withred Wings”, che offre sonorità affiancabili al death esteuropeo.
I Forhekset lasciano ben poco all’immaginazione quando parte “Her Crimson Lust” che già dalle prime note denota un aspetto black, con l’arpeggio di chitarra iniziale e la voce quasi sussurrata, un brano che sebbene inizi “soft” ha un’evoluzione decisamente inaspettata, in quanto riesce a cangiare da un black quasi puro a un death melodico per poi tornare nuovamente alle sonorità iniziali. Proprio questa caratterista, decisamente particolare, lo fa risultare, a mio avviso, il brano migliore del loro lavoro.
Un giudizio che non può affatto essere negativo per questa band emergente che riesce a trasmettere splendide emozioni non solo a livello uditivo, ma che è in grado di trasportare l’ascoltatore in piani distanti e ancestrali. La splendida e gelida “Holzwege” ne è la dimostrazione, una strumentale acustica che non solo mette in luce le doti tecniche dei ragazzi ma che, arricchita dal suono di un flauto, dà libero sfogo all’immaginazione, prendendoci per mano e portandoci sulle innevate vette scandinave.
(Stefano Stocchi)


PreviousPauseAvanti