Warning: Table './testdrupal/drupal_cache_page' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM drupal_cache_page WHERE cid = 'http://radio.torvergata.it/recensione/god_watt_redemption_god_watt_redemption' in /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc on line 135

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 726

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 727

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 728

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 729
God Watt Redemption "God Watt Redemption" | Radio Tor Vergata
Internet Tor Vergata Ateneo Uniroma2 La Web Radio Online
della Seconda Università di Roma musica, notizie, attualità e cultura dal nostro ateneo, da e per gli studenti.

God Watt Redemption "God Watt Redemption"

Cd-Dvd Musicali
Informazioni
Anno: 
2007

Anche per chi non avesse mai sentito i God Watt Redemption (come invece è fortunatamente capitato a me al secondo Thrash your doom, svoltosi il 27 ottobre al Jailbreak), non sarebbe difficile risalire alle loro influenze musicali, partendo dai loro sopranomi: Moris “Iommi”, chitarra e voce, Mauro “Motorgeezer” al basso e Andrea “Junkie alla batteria. Ebbene sì, il sound della band di Frosinone si rifà al miglior stoner e al doom-metal più rockeggiante, e quindi i primi Black Sabbath, i Cathedral, i Kyuss , ma si avverte anche una lieve sfumatura di southern rock a condire il tutto.
Ebbene i nostri partono con grinta con “Brainsane”, pezzo trascinante, caratterizzato da un riff di chitarra grezzo e ruvido ma allo stesso tempo molto orecchiabile, che porta a muovere la testa e a canticchiare il ritornello già dal primo ascolto (su di me ha avuto proprio questo effetto!); si passa poi a “Tears of Sorrow”, che perde un po d’impatto rispetto all’opener, a favore di una struttura leggermente più articolata, mantenedo comunque un groove potente e profondo; “The Worm” è la traccia più marcatamente doom, segnato da una sezione ritmica quadrata e ossessivamente lenta e da riff ipnotici che ci fanno avanzare come in trance sino alla fine del brano, dove veniamo bruscamente svegliati dall’inizio di “Lightdreamer”, pezzo nel quale il trio frusinate riesce ad unire in maniera equilibrata sia le parti più cadenzate che quelle più accese e dinamiche; infine arriva il naturale omaggio ai sempiterni maestri Black Sabbath, con un’ottima cover di “Into the Void”.
In conclusione che dire: questo primo demo dei God Watt Redemption, è un ottimo primo passo, è massiccio, ruvido e a suo modo originale, tutte qualità che sarebbero emerse ancora più esplicitamente, se supportate da una produzione di più alto livello, che forse arriverà con il prossimo lavoro, già in fase di sviluppo, e quindi aspetto con curiosità le novità in casa GWR.
Nell’attesa, citando estemporaneamente John Tardy (ma mica tanto), continuiamo a “marcire lentamente” ….
Valerio Tamponi


PreviousPauseAvanti