Warning: Table './testdrupal/drupal_cache_page' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM drupal_cache_page WHERE cid = 'http://radio.torvergata.it/recensione/metallica_bologna_22_luglio_08' in /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc on line 135

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 726

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 727

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 728

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 729
Metallica - Bologna 22 Luglio '08 | Radio Tor Vergata
Internet Tor Vergata Ateneo Uniroma2 La Web Radio Online
della Seconda Università di Roma musica, notizie, attualità e cultura dal nostro ateneo, da e per gli studenti.

Metallica - Bologna 22 Luglio '08

Concerti Metallica - Bologna 22 Luglio '08
Informazioni
Anno: 
2009

E dopo poco più di un mese eccomi di nuovo on the road, pronta per una nuova avventura nel mondo della musica. Destinazione : Bologna. Un solo grido : METALLICA!
Eugenio alla guida, Maialo postazione peluche, io e Ludovica stravaccate sui sedili posteriori.
Arrivo all’ Arena Parco Nord : ore 18.30.
Birrozza propiziatoria preconcerto, appuntamento immancabile. Aprono le danze gli The Sword, una band heavy metal texana. Secondo gruppo spalla i Down, capeggiati dal grande Phil Anselmo (so già che qualcuno avrà da ridire..).
Quel qualcuno, a proposito, è sbucato all’improvviso dalla folla proprio mentre i Down si stavano esibendo; con grande sorpresa vedo che il Sansone del metal ha rinunciato spontaneamente alla sua lunga chioma.
Ore 21 : conosco questa melodia.. “CREEPING DEATH”,ed ecco sul palco i nostri quattro cavalieri!(James Hetfield : voce e chitarra, Kirk Hammett : chitarra, Robert Trujillo : basso, Lars Ulrich : batteria).
Now, let my people go!
Per quanto tempo riuscireste a stare in apnea? Beh io il tempo di due canzoni! Anche durante “FOR WHOM THE BELL TOLLS”, tra spintoni a destra e a sinistra, la mia gabbia toracica (con tanto di polmoni) ne ha risentito parecchio!
Take a look to the sky just before you die! Credetemi, questa volta ci sono andata molto vicino!
Per fortuna James richiama l’attenzione del suo esercito, e riesco a liberarmi dalla pressa.
I’ll take your life from you! Siamo tutti pronti al sacrificio : ed è la volta di “RIDE THE LIGHTING ”..Flesh before my eyes, now is time to die!
Quel bestione di Robert inizia a menare di brutto sulle corde del basso. Il nostro “HARVESTER OF SORROW”..eh sì, perchè più lui si fomentava, più i capelloni intorno a me perdevano la testa e scapocciavano come matti!
Distributor of pain : il mio soprattutto!
E attaccano con “BLEEDING ME”, brano tratto dall’album “Load”(1996).
Ecco “THE FOUR HORSEMEN” : TiMe, FaMiNe, PeStIlEnCe, DeAtH. There is nothing you can do, with the four horsemen ride or choose your fate and die! Li seguiamo senza esitare verso le possenti note di “…AND JUSTICE FOR ALL”. James says : “I don’t speak Italian . But togheter speak the language of Metallica all right?! And now at this song we speak togheter loud!!!”…a 20 anni dall’uscita di questo capolavoro sono ancora qui a ricordarci come hanno fatto ad assicurarsi un posto privilegiato nel firmamento del metal.
NO REMORSE” : only the strong survive, no one to save the weaker race, we are ready to kill all comers, like a loaded gun right at your face.
Si prega di fare silenzio. Placate il vostro desiderio di distruzione. It’s time to get lost within myself. “FADE TO BLACK”..no one but me can save myself, but it’s too late, now I can’t think, think why I should even existed, death greets me worm, now I will just say goodbye. Siete riusciti a strappare lacrime anche al più feroce dei guerrieri..
Bene, ormai la situazione sembra essersi tranquillizzata. Si, è quello che volevano lasciarci credere. Una nota per scatenare l’inferno. Il loro grido di battaglia : “MASTER OF PUPPETS”. C’è bisogno di commentare? Obey your master!
Padroneggiano quel palco da dio!
Late at night all systems go, you have come to see the show, we do our best you’re the rest, you make it real you know there is a feeling deep inside that driver you fuckin’ mod a feeling of a hammerhead you need it oh so bad, adrenalina start to flow, you’re thrashing all around, acting like a maniac : “WHIPLASH”.
Il momento che stavo aspettando. Vai Kirk, mi affido a te per i prossimi 5 minuti : “NOTHING ELSE MATTERS”.
Ho passato pomeriggi interi ad ascoltarla e riascoltarla, e ogni volta riesce a darmi delle emozioni fortissime. Sentirla dal vivo è stato struggente. Li ho perdonati per non aver fatto “OUTLAW TORN” e “WHEREVER I MAY ROAM”.
Anche perché le 6 canzoni che hanno suonato dopo hanno confermato quelle che erano le premesse di un concerto stupefacente. “SAD BUT TRUE”, per tutti coloro che hanno deciso di rimanere a Roma.
E poi si alza un coro : I can’t remeber anything, can’t tell if this is true or dream, deep down inside I feel to scream, this terrible silence stops me. “ONE”… hold my breath as I wish for death, oh please god wake me. Onirica.
Si riprendono toni più adrenalinici con “ENTER SANDMAN”, e i capelli tornano a coprire i nostri volti.
SO WHAT”, so what, so what, so what…!
Is it how I live my life? “MOTORBREATH”. I can’t take it any other way. You only live once so take hold of chance don’t end up like others the same song and dance.
Il concerto è finito. Andate in pace.
Pace??? La folla reclama “SEEK & DESTROY” : è Guerra!
Pochi secondi per capire che non possono tirarsi indietro, sono chiamati alle armi, e sono prontissimi a combattere quest’ultima battaglia. There is no escape and that is for sure. Our brains are on fire with the feeling to kill and it won’t go away until our dreams are fulfilled!!!

Eleonora Salvati


PreviousPauseAvanti