Warning: Table './testdrupal/drupal_cache_page' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM drupal_cache_page WHERE cid = 'http://radio.torvergata.it/recensione/telefilm_festival_5' in /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc on line 135

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 726

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 727

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 728

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /var/www/radiotorvergata/includes/database.mysqli.inc:135) in /var/www/radiotorvergata/includes/bootstrap.inc on line 729
Telefilm festival 5 | Radio Tor Vergata
Internet Tor Vergata Ateneo Uniroma2 La Web Radio Online
della Seconda Università di Roma musica, notizie, attualità e cultura dal nostro ateneo, da e per gli studenti.

Telefilm festival 5

Telefilm festival 5
Informazioni
Anno: 
2007
Luogo: 
Milano
Data: 
10/05/2007 - 13/05/2007

Telefilm in anteprima, puntate inedite, incontri interessanti con addetti ai lavori durante la giornata del workshop; tutto questo è il quinto Telefilm Festival.
Io ero lì per voi (ma anche per me Occhiolino Ghigno), per scoprire nuovi telefilm, per conoscere retroscena e dietro le quinte.

Ma andiamo con ordine. l aprima giornata del festival era dedicata solamente ad addetti ai lavori, stampa e studenti. Dalla mattina alla sera si sono succeduti 4 interessanti incontri tesi a sviluppare una tematica diversa relativa ai telefilm e al loro ruolo nel panorama televisivo italiano. Il primo incontro verteva sulle differenze di produzione tra le serie italiane e quelle statunitesi (importante premessa, siamo l'unico paese ad usare il termine telefilm, in america distinguono tra scripted e un-scripted show(questi ultimi identificabili prinicpalemente con i reality). Gli ospiti presenti, provenienti da importanti case di produzione, hanno dimostrato come il contesto commerciale e la divisione tra broadcaster e producer in america, sia stata fondamentale per lo sviluppo dei telefilm così come li vediamo noi oggi. Molto più interessante, dopo il buffet offertoci Ghigno Ghigno, è stata sia la presentazione della ricerca della Carat Expert, sul rapporto tra il culto del telefilm e l'audience (analizzando l'importanza che stanno assumendo i telefilm anche da un punto di vista del marketing, in quanto incontrano la fascia di pubblico pubblicitariamente più ambita), sia l'incotro svoltosi tra vari direttori o responsabili programmazione di vari canali televisivi (terrestri o satellitari), da Tiraboschi direttore di italia 1 a Salini (Fox), i quali hanno spiegato le leggi che regolano la programmazione dei palinsesti, come si scegli una fiction per il proprio canale, quali i rapporti che intercorrono tra i canali italiani e le case di produzione.

Il festival vero e proprio si è aperto nella giornata di venerdì, con la conferenza stampa di Italia 1, con la presentazione di Ugly Betty (da venerdì in prima serata)e la presenza di Jennifer Morrison (la dottoressa Cameron di Dr House)

Questi i telefilm che sono riuscito a vedere durante la tre giorni:
Studio 60 con Matthew Perry e Amanda Peet, che racconta i dietro le quinte di uno show televisivo, con buona dose di ironia e sarcasmo, ma soprattutto di realismo. La Peet, fresca di nomina come direttrice del canale tv,si trova a dover gestire una situazione complicata quando il creatore dello show, inveisce in diretta contro il sistema televisivo a causa di uno sketch che ironizzava sui cristiani, che gli è stato cancellato. Per risolvere la situazione vengono richiamati un regista e uno sceneggiatore (Perry), che già avevano lavorato allo show, per cercare di rivitalizzarlo. Il telefilm non ha avuto molto successo in america (è un pò troppo raffinata in certi punti e presenta troppi stacchi che disorientano)e pare non sarà rinnovata. Semmai Mediaset (che ne possiede i diritti)dovesse decidere di trasmetterlo, il mio consiglio è di non perderlo!!! voto: 7+
Heroes: purtroppo non l'ho visto, ma una persona di cui mi fido molto nei giudzi Sorriso ha detto che è imperdibile!!! A settembre in prima serata su Italia Uno
Sleeper Cell: la serie racocnta le vicende di una cellula terroristica segreta in cui si infiltra un agente dell'FBI. Molto cruda e realistica, racconta un tema molto sentito e che tocca molti nervi scoperti (la sicurezza, in primis, ma soprattutto il fatto che tutti i membri della cellula sono europei o amricani convertiti all'Islam). Prossimamente su AXN voto:7
Scrubs: ho visto i primi due episodi della nuova stagione, che dire sempre meglio!!divertenti, ma anche intelligenti, in una sola parola Scrubs!!!
Dr House: hanno proiettato un episodio ancora inedito..non dirò nulla..ma house è sempre house!!!!
Friday Night Lights(trasformato in High school team): mega produzione per raccontare come una cittadina del Texas viva il football e quali passioni e sentimeni si nascondono dietro di esso. La trasformazione italiana del titolo serve a rendere meglio il senso del telefilm, in quanto le luci del venerdì si riferiscono al giorno in cui la squadra gioca la partita, coisa che da noi non sarebbe stata colta, quindi si è puntato sul telefilm generazionale. Adolescenti protagonisti in una serie infarcita di religione(giocatori e cittadini tutti pregano in continuazione)e amore di patria (inneggiamenti continui al texas). difficile che possa diventare un nuovo cult tra i nuovi adolescenti, soprattutto perche l'enfasi dietro il mondo del football e la passione di una realtà così piccola può non essere capita. non un successo neppure in america, comunqe rinnovato per un'altra stagione. Prossimamente su Fox voto 6-
Epitafios, una serie sporca, brutta (in un senso positivo) ambientata in una Argentina molto vicina ad ambientazioni europee che americane. un poliziotto cinque anni prima commette un errore e uccide 4 ragazzi. ora qualcuno vuole giocare con i protagonisti della vicenda e ucciderli. non c'è perfezione, non c'è bello in questa serie, cupa e cruenta e non poteva essere diversamente visto il marchio Hbo. Prossimamente su FoxCrime. voto 8
Dexter: che dire di Dexter...Dexter è un ematologo, ma anche un assassino. le sue pulsioni verso gli omicidi, sono state incanalate, fin da bambino, dal padre poliziotto, a fare del bene, ad uccidere tutti coloro che non vengono puniti dalla legge; non solo ma il padre gli ha insegnato a non lasciare tracce, ad essere un killer quasi invisibile. Michael C.Hall(già visto in Six feet under) è perfetto nella parte del killer freddo e spietato ma che sa conquistare gli altri. non si può amare l'ironia, il sarcasmo di dexter nè si èuò evitare di rimanere affascinati dalla sua...perfezione. un piccolo capolavoro prossimamente su FoxCrime. voto 8 e mezzo


PreviousPauseAvanti